Autun 97  Mortean – Par paravalas 

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

“Quando    con la testa inclinata       ci perdiamo in tristi pensieri     

il vento del destino       accarezza i nostri capelli”

°

 

A nd’ai un cûr di mariselva
imberdeât a lis spinis da paladis
andai un blues di ajar
andai un blues di svint

Sarâ chist’ajar di tramontana
che zem su l’imbrunî da l’instât

Sarâ chist piardi simpri ducj e ducj
sarâ l’instât ch’a si rondola lontan
sarâ chist là indevant sensa fermasi mai
Mi sinti ta un zîr di ajar
Mi sinti svint teribil e inutil
Mi sinti buera
e piardi i cunfins
Mi sinti ajar in ta l’ajar

A nd’ai un blues di ajar    a nd’ai un blues di svint.
E chist blues di ajar
bussa searis siaradis indurmididis
bussa la piel che andâ al fûc
bussa la tiara la che sarai
bussa l’azûr infinît     e cui che o lassi e cjatarai

Blues azur
blues     blues blue
di gnot ch’a si dismôf tal dì
blues che viarz i vôi lis tos zeis e al dis:   Bondì¨!!!!!

 

[singlepic id=55 w=320 h=240 float=left]Autunno 97 Mortegliano Par paravalas
Ho un cuore di caprifogli/ attorcigliati alle spine delle palizzate/ ho un blues di aria/ ho un blues di vento/
Sarà quest’aria di tramontana/ che geme sull’imbrunire dell’estate/
Sarà questo perdere sempre tutto e tutti/ sarà l’estate che rotola lontano/ sarà questo andare avanti senza fermarsi mai/
Mi sento in un vortice d’aria/ Mi sento vento terribile e inutile/ mi sento bora e perdo i confini/ Mi sento aria nell’aria/
Ho un blues di aria   ho un blues di vento./
E questo blues di aria/ bacia ciglia chiuse addormentate/ bacia la pelle che ha il fuoco/ bacia la terra dove sarò/ bacia l’azzurro infinito e chi lascio e incontrerò/
Blues azzurro/ blues   blues   blue/ di notte che si sveglia nel giorno/ blues che apre gli occhi le tue ciglia e dice:   Buongiorno!!!

________________________________

Pin It on Pinterest