non è una poiana, non é immagine, non é colore; non é poesia, non é il mio animale guida, non é fantasia, non é parola, non é un’illusione, non é, non é……….

19012007

Nella tazza del caffè/ stamattina un uccello/ ad ali spiegate.

La poiana è il mio animale guida./ Un messaggero/ nella nebbia che agguanta, avviluppa… tutto.

Nonostante la sua immagine sia sbucata dal grigiore, il messaggio non mi è chiaro.

Io, arrampicata nella consuetudine e nell’involucro dell’esistenza.

Lo spirito chiama. Questo sì. Chiama.

Ed io pensando di essere/ pensando di desiderare/ pensando di vivere/ pensando di muovermi /pensando di fare/

pensando/ pensando/ pensando/ invece/ invece/ a volte non vivo affatto.

Ma lo spirito chiama.

Prego un Dio che non conosco /che il mio gesto scaturisca al di là del mio povero esistere/

catturata nel corpo che è barriere /e prigioni e nevrosi e miserie/ che è “di carne e sangue/

e non nominabili senso e spazio”.

Pin It on Pinterest